Tu sei qui

Form di ricerca

L e origini della liuteria genovese affondano nella prima metà del Seicento; i costruttori documentati nel “Rollo dei musici” provenivano principalmente da oltreconfine, soprattutto dal Tirolo: tra questi possiamo ricordare, Sebastian Angerer, Martin Heel, Hans Purkholzer e Andrea Statler.

Il Settecento fu un periodo di grande sviluppo nella produzione di strumenti musicali: intorno alla metà del secolo contiamo un numero considerevole di botteghe, a dimostrazione di una richiesta sempre maggiore non solo di chitarre e mandolini, ma soprattutto di violini, viole e violoncelli. Tra i principali artefici si ricordano Bernardo Calcanio, Davide Pizzorno, Jacopo Cordano, Giuseppe Cavaleri e Paolo Castello.

Con l’inizio dell’Ottocento e soprattutto con la fine delle guerre napoleoniche e l’annessione della città di Genova al Regno di Sardegna, si registra una forte recessione che si traduce in un calo della produzione di strumenti musicali, causata anche l’iportazione di strumenti a prezzi concorrenziali prodotti in Francia e in Germania. Tra i pochi liutai operanti in città spiccano tuttavia alcune personalità di rilievo che si identificano in Lodovico Rastelli, Pierre Pacherel e Antonio Gibertini.

A partire dalla seconda metà dell’Ottocento, con l’arrivo di Giuseppe Rocca e successivamente con il ritorno a Genova di Nicolò Bianchi, assistiamo al moltiplicarsi delle botteghe nel centro storico cittadino e al consolidarsi di uno stile che, con Eugenio Praga ed Enrico Rocca, va a definire i caratteri della liuteria genovese moderna. Fu questo l’ambiente che trovò Cesare Candi al suo arrivo da Bologna alla fine degli anni ottanta dell’Ottocento: dapprima impiegato in una piccola fabbrica di strumenti a plettro insieme al fratello Oreste, Cesare Candi diverrà il caposcuola genovese novecentesco: dalla sua bottega uscirono Paolo De Barbieri e Giuseppe Lecchi, il suo stile e i suoi insegnamenti saranno determinanti anche per altri liutai genovesi, non direttamente suoi allievi, quali Andrea Cortese, Pietro Gallinotti, Lorenzo Bellafontana.

Gli strumenti

Ludovico Rastelli (1801- 1878)

Ludovico Rastelli

Lodovico Rastelli (Castelletto Scazzoso 1801,...

mostra Ingrandisci mostra

Nicolò Bianchi (1804 – 1880)

03-NicoloBianchi-857

Nicolò Bianchi, (1804 Albisola Superiore – Nice...

mostra Ingrandisci mostra

Eugenio Praga (1847 – 1901)

Eugenio Praga

Eugenio Praga (Casale Monferrato 1847,...

mostra Ingrandisci mostra

Erminio Montefiori (1847-1904)

ErminioMontefiori-1892scroll_2

Erminio Montefiori - La Spezia 1841 – Marseille...

mostra Ingrandisci mostra

Enrico Rocca (1847 – 1915)

EnricoRocca-914

Enrico Rocca (Torino 1847, Genova 1915) Nato a...

mostra Ingrandisci mostra

Oreste Candi (1865-1938)

Oreste Candi (Minerbio 1865, Genova 1938)...

mostra Ingrandisci mostra

Cesare Candi (1869-1947)

CesareCandi-915

Cesare Candi (Bologna 1869, Genova 1947) Il più...

mostra Ingrandisci mostra

Giuseppe Castagnino (1886-1966)

Castagnino

Chiavari (Genova) 1886 – 1966 Figlio di un...

mostra Ingrandisci mostra

Paolo DeBarbieri (1889-1962)

P. DeBarbieri 1927

Paolo De Barbieri (Genova 1889 – 1962) Nato a...

mostra Ingrandisci mostra

Andrea Cortese (1889-1954)

cortese

Genova 1921

mostra Ingrandisci mostra

Giuseppe Lecchi (1895-1967)

Lecchi Giuseppe

Giuseppe Lecchi (Felizzano 1895, Genova 1967)...

mostra Ingrandisci mostra