Tu sei qui

Form di ricerca

Perito Esperto per il Tribunale e la Camera di Commercio di Genova.
Laurea Magistrale in Storia dell'Arte e Valorizzazione del Patrimonio Artistico.
Assistente Curatore del violino Guarneri "del Gesù" 1743 "Il Cannone" appartenuto a Niccolò Paganini, di proprietà del Comune di Genova.
Curatore della collezione di strumenti del Conservatorio Niccolò Paganini di Genova.

 

alberto giordanoNato a Genova nel 1961, dopo aver conseguito il diploma di Maturità scientifica, si iscrive nel 1980 alla Scuola Internazionale di Liuteria di Cremona studiando sotto la guida dei maestri Bissolotti, Zambelli e Stefano Conia, diplomandosi nel 1984.

Negli anni della scuola frequenta l’atelier di Sesto Rocchi a San Polo d’Enza, quindi prosegue l’apprendistato presso il laboratorio di Gregg Alf e Joseph Curtin. Si stabilisce a Genova nel 1987.
Membro dell'Entente International des luthiers-archetiers d'art - Membro fondatore del Gruppo liutai Professionisti dell’ALI

Dal 1994 collabora con il Comune di Genova alla conservazione del violino costruito da Giuseppe Guarneri ‘del Gesù’ nel 1743 il ‘Cannone’, appartenuto a Niccolò Paganini.

Nel 2001 una sua copia del 'Cannone' di Paganini è stata inclusa nell'ultimo lavoro di Ruggiero Ricci 'The legacy of Cremona', nel quale il maestro suona una selezione di violini contemporanei.

Nel 2004 unitamente a Pio Montanari, assiste il Maestro Bruce Carlson nella realizzazione del ‘Recupero Storico’ del Cannone, un lavoro atto a rimuovere gli interventi moderni applicati al Cannone sostituendoli con copie degli accessori utilizzati da Paganini. L’intervento è stato supportato da un lungo lavoro di ricerca documentaria e iconografica effetuata presso archivi civici genovesi e altri archivi privati, atta a ricostruire le vicende e l’immagine del violino di Paganini dalla sua acquisizione avvenuta nel 1851 fino ai giorni nostri.

Alberto Giordano ha collaborato con il coreografo ceco Jiri Kylian all’inaugurazione del nuovo Teatro Nazionale dell’Opera e del Balletto di Oslo, costruendo una serie di strumenti musicali di fantasia per lo spettacolo “Worlds Beyond“.

Storico della liuteria italiana e genovese in particolare, ha al suo attivo diverse pubblicazioni, saggi, articoli.

Nel Luglio 2011 si è laureato con lode in Conservazione dei Beni Culturali presso l’Università di Genova, Facoltà di Lettere e Filosofia; nel Marzo 2015 ha conseguito la Laurea Magistrale in Storia dell'Arte e Valorizzazione del Patrimonio Artistico con lode e "dignità di stampa" presso il medesimo ateneo. Nel 2016 è stato insignito dalla Fondazione Cologni di Milano del titolo di "Maestro d'Arte e Mestiere". Alberto Giordano è stato giudice al XV Concorso Triennale Internazionale di Liuteria "Antonio Stradivari" a Cremona - Settembre-Ottobre 2018.

Collabora alla rivista londinese ‘The Strad‘ e all’italiana “Archi Magazine“; con il Museo del Violino di Cremona per il quale ha curato la mostra "Liutai italiani del Novecento: la scuola genovese" e a "The Cozio carteggio" della casa d'aste Tarisio di Londra.

Intervista televisiva del TG2, 19 Aprile 2011, a cura di Guido Ardone

Intervista rivista "Sarasate", Tokyo 2015

 

Intervista "The Strad magazine" - Ottobre 2007